Enrico di Borgogna, Festival Donizetti — MTGLirica

L’Enrico di Anna Bonitatibus offre una voce assolutamente perfetta per un ruolo en travesti: il velluto del suo timbro è quasi palpabile al suono scurissimo, che unito alla capacità dell’interprete di rispondere ai dettami registici convince in pieno nel suo personaggio.

MTGLirica, Maria Teresa Giovagnoli, 26.11.2018   

Enrico di Borgogna, Festival Donizetti, Operatraveller

Anna Bonitatibus brought her wonderfully juicy mezzo to the role of Enrico. It’s a role that sits quite low and that familiar sappy, orange tone was a pleasure to hear. She sang with delightfully flowing tone in her opening cavatina and her closing victory aria demonstrated her impeccable stylistic intelligence, expressed through highly tasteful ornamentation.

Operatraveller, 23.11.2018   

Enrico di Borgogna, Festival Donizetti, Le Salon Musical

Lodi incondizionate alla compagnia di canto, che sta al gioco e si diverte facendo a sua divertire, a cominciare da Anna Bonitatibus che disegna un Enrico scanzonato e e un po’ spaesato, poggiato su una linea di canto adamantina e agilità sicure, il tutto con una voce dal colore sempre accattivante.

Le Salon Musical, Alessandro Cammarano, 23.11.2018   

Enrico di Borgogna, Festival Donizetti, Operaclick

Il ruolo dei due protagonisti è stato sostenuto da due primedonne molto attese: Anna Bonitatibus, nel ruolo en travesti di Enrico e Sonia Ganassi nel ruolo di Elisa.

La prima, ha dato vita a un bellicoso e al contempo innamorato Enrico. Le caratteristiche della sua voce le hanno permesso di affrontare la tessitura del personaggio a lei affidato con piglio eroico e con precisione nelle agilità. Il canto è risultato molto espressivo e scenicamente è stata molto credibile.

Operaclick, Susanna Toffaloni, 23.11.2018